Home Page / Luoghi / La Venaria Reale

La Venaria Reale

La Venaria Reale
piazza della Repubblica, Venaria Reale (TO)
+39 011 4992333

La Venaria Reale, uno dei più significativi esempi dello splendore dell'architettura e dell'arte del XVII e XVIII secolo a livello europeo.
La Reggia, cuore del complesso monumentale, concepita per essere la nuova corse del loisir contemporaneo, oggi si propone come centro di produzione culturale e luogo di svago, in grado di offrire al pubblico un percorso tra arte, storia e architettura.
L’inaugurazione della Reggia, avvenuta nell’ottobre 2007 dopo due secoli di abbandono e degrado e otto intensi anni di restauro, è la tappa fondamentale del progetto di recupero della Venaria Reale: promosso dall’Unione Europea e curato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dalla Regione Piemonte, è considerato il più grande cantiere d’Europa nel campo del recupero dei beni culturali.
L’edificio monumentale, di 80 mila metri quadrati di superficie, con i suoi molteplici corpi di fabbrica, conta da solo alcune delle più alte espressioni del Barocco europeo: il Salone di Diana, capolavoro seicentesco di Amedeo di Castellamonte, la Galleria Grande, la Cappella di Sant’Uberto, il complesso di Citroniera e Scuderia Grande, opere del genio settecentesco di Filippo Juvarra cui si aggiunge l'allestimento contemporaneo sulla vita di corte, curato dal regista Peter Greenaway.
Vista dall’alto, la Reggia disegna intorno a sé uno spazio di 950 mila metri quadrati di architetture e parchi e rappresenta il perno dal quale si articolano 80 ettari di Giardini, con la Peschiera Grande che contiene 11 milioni di litri d’acqua, il Centro Storico cittadino, il Borgo Castello e la Cascina Rubbianetta (oggi sede del prestigioso Centro Internazionale del Cavallo) in un orizzonte di boschi e castelli che si perde a sua volta negli oltre 6.000 ettari di verde del Parco La Mandria.
All'interno dei Giardini, su un terreno che si estende per tre ettari, si colloca Il Giardino delle Sculture Fluide di Giuseppe Penone (realizzato grazie alla collaborazione della Compagnia di San Paolo e del Castello di Rivoli - Museo d’Arte Contemporanea): un allestimento di quattordici opere ispirato ai giardini italiani seicenteschi e in particolare al Giardino delle Fontane che Amedeo di Castellamonte aveva ideato per il parco della Reggia. Realizzato tra il 2003 e il 2007, è strutturato come un luogo sensoriale dove i vari materiali utilizzati (alberi, marmo, acqua, bronzo, pietra e granito) scandiscono il passaggio da una scultura all’altra, in un continuo stato di fluidità tra gli elementi, al fine di scoprire le analogie che legano i mondi minerale, vegetale e umano.
La Venaria Reale, dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, si colloca al centro del circuito delle Residenze Reali del Piemonte e rappresenta la “porta d’accesso” della Corona di delitiae, connessa con il Polo Reale e con il sistema museale concentrico di Torino.
Il complesso è gestito dal Consorzio di Valorizzazione Culturale La Venaria Reale costituito dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Regione Piemonte, dalla Città di Venaria Reale, dalla Compagnia di San Paolo. Si tratta di un soggetto giuridico che trae fondamento dagli articoli 112 e 115 del Codice dei Beni Culturali.
Il Consorzio ha sede presso la Reggia di Venaria Reale, in piazza della Repubblica a Venaria Reale.