Home Page / Focus on / DREAMS, di Elena Givone

DREAMS, di Elena Givone

Archivio

I would like to become a football player. 

I wish to have a dinosaur.

I want a big bag of candies.

I want a toy.

I want a house.

I want to have a magic camera to take magic photos.

DREAMS.

La vita è sogno e i sogni son desideri che rendono liberi. 

La mostra della fotografa Elena Givone nasce da qui, dall’immaginazione e dalla possibilità, dalla ricerca di un futuro migliore, dagli occhi dei bambini che sognano.

 ©Elena Givone_Dreams_Myanmar

Sono loro i protagonisti: i bambini che abitano nelle favelas brasiliane, quelli rinchiusi nel carcere minorile di Salvador de Bahia, i bambini del Mali, dove l’acqua scarseggia, quelli che vivono negli orfanotrofi di Mandalay (Myanmar, ex Birmania) o nelle zone povere dello Sri Lanka, ma anche i bambini che sono sfuggiti alla distruzione di Aleppo.

 ©Elena Givone_Dreams_Suelen

Nelle immagini in mostra non c’è il racconto del dolore, ma l’invito alla speranza e al sogno, a immaginare un mondo migliore, per ridar voce a un’umanità a cui è stata tolta la parola. Ogni immagine è un ritratto e ogni ritratto stringe a sé un oggetto simbolico che conduce alla libertà. A volte è una lampada di Aladino, altre un tappeto e altre ancora una matriosca.

 ©Elena Givone_Dreams_Ucraina

È così che la fotografia in mostra si spinge oltre i limiti del reportage tradizionale per trasformarsi nell'espressione di un autentico impegno sociale.

“Guardando la mostra - scrive la curatrice Tiziana Bonomo - si intuisce l’abile coniugazione di precisione tecnica con la purezza dello sguardo fotografico che rimane altamente concentrato sulla figura e sulla poetica del ritratto. Grazie alla sua abilità fotografica, le diverse immagini realizzate in più zone del mondo, per un momento, riescono a farci entrare in contatto con realtà diverse percependone le differenze culturali e sociali.”

Di questo e di molto altro ci parla Tiziana Bonomo di ArtPhotò nell'intervista che segue.

La mostra, presentata dalla Regione Piemonte e Legal@rte, sarà visibile fino al 14 maggio nella Sala Mostre Regione Piemonte.

Ogni visitatore avrà inoltre la possibilità di lasciare scritto il suo sogno e poterlo condividere attraverso i social e l'hashtag #keepyourdreamsalive in modo tale da realizzare un vero e proprio "muro dei sogni".

ELENA GIVONE (1979) ha vissuto fino al 2016 tra l’Italia e Sri Lanka, dove ha realizzato il suo sogno di aprire una scuola di fotografia. Nel 2006 si diploma allo IED di Torino e subito vince il premio “Attenzione nuovo talento fotografico FNAC” con il progetto “Pazi-Mine Sarajevo 2006”, in cui ritrae i ragazzi nati alla fine della guerra della ex Jugoslavia. Nel 2008 vola in Brasile dove, nella favelas di Florianopolis, inizia il progetto “Flying Away”. Da allora, spesso grazie al sostegno di varie organizzazioni no-profit, ha realizzato numerosi progetti fotografici in varie parti del mondo. I suoi lavori sono stati esposti in spazi prestigiosi e fanno parte di note collezioni, come quella di Donata Pizzi esposta in Triennale nella mostra “L’altro sguardo. Fotografe italiane 1965-2015", a cura di Raffaella Perna, Milano, 2016. E' rappresenta dall'agenzia Contrasto e ha pubblicato il suo lavoro su riviste internazionali. Di recente è uscito il suo libro “Dreams from my Magic Lamp” (vincitore del photobook 2015 emuse) dove raccoglie più di cento sogni presso la scuola di fotografia one world foundation, ad Ahungalla (Sri Lanka).