Home Page / Agenda / The Water They Dwell In

The Water They Dwell In

mostra
The Water They Dwell In
dal 12/05/2016 al 16/07/2016
Quartz Studio

La conchiglia come ambiente ideale, così come lo è il guscio del Nautilius che è una perfetta spirale logaritmica. Il mollusco rappresenta la perfezione e l’armonia che sono ricercate in arte, architettura e pittura, ma che hanno origine solo in natura.

E’ questa l’idea cui si ispira Salvatore Arancio (Catania, Italia, 1974) nella mostra The Water They Dwell In al Quartz Studio. L’artista è stato profondamente colpito dalla visita alla Casa Mollino, dove la conchiglia è un elemento d’arredo ricorrente;per  l’architetto era una forma perfetta.

Arancio spiega che “Il titolo The Water They Dwell In fa riferimento sia alla trasformazione dello spazio di Quartz come luogo di transizione di queste forme organiche, sia al fatto che le conchiglie rappresentano la casa perfetta per il mollusco, ma loro sono in continuo movimento.

Il verbo ‘dwell’ in italiano significa soffermarsi o risiedere, indica il posto in cui vivi in quel momento […]. Si tratta di una dichiarazione sul luogo che si considera ‘casa’ in quel momento. Il verbo implica dunque una condizione più temporanea ed  un minor attaccamento al posto in cui si vive”.

Partendo da alcune immagini, l’artista trasforma (attraverso scultura, collage, animazione e video) le forme organiche originali. I risultati sono un coloratissimo vinile applicato sul vetro d’ingresso, come una sorta di limen visivo tra interno e esterno; un lavoro su carta in cui l’immagine della conchiglia in bianco e nero, doppia e simmetrica, sembra provenire dallo spazio più che dall’acqua; e, infine, una serie di sculture le cui forme riconducono vagamente a quella di una conchiglia.

L’artista lavora sulle immagini per creare nuovi accostamenti: evocativi e allo stesso tempo inquietanti. L’obiettivo è dare la sensazione di omogeneità, seppur, paradossalmente, attraverso la contrapposizione di concetti e immagini: naturale e artificiale, minerale e vegetale, bidimensionale e tridimensionale, scientifico e mitologico.

La mostra termina il 16 luglio 2016 ed è visitabile su appuntamento.

Quartz Studio
via Giulia di Barolo, 18/D