Home Page / Agenda / Not a position, but a proposition

Not a position, but a proposition

mostra
Not a position, but a proposition
dal 30/01/2015 al 07/03/2015
Galleria Moitre

Il lavoro di Lavinia Raccanello, artista italiana che vive tra la Scozia e l’Italia, si concentra sulla relazione tra gli esseri umani, la società e la giustizia sociale, con una particolare enfasi sul potere della dialettica e della pratica partecipatoria, sul conflitto tra potere statale ed autonomia ovvero responsabilità personale.

Per la sua nuova personale la Raccanello ha lavorato alla creazione di più di duecento bandiere, corrispondenti agli Stati indipendenti del mondo. Di questi, centonovantatrè sono membri dell’ONU, due sono osservatori permanenti all’ONU ed uno ne è ex membro. Sono inoltre presenti nove Stati che, vantando sovranità territoriale, hanno dichiarato la propria indipendenza ottenendo un limitato o, in alcuni casi, alcun riconoscimento internazionale.

Per cucire le bandiere è stata utilizzata stoffa nera che in alcuni casi riporta ricami neri su nero. Nero su nero: queste bandiere rappresentano una dopo l’altra la negazione di tutte le bandiere.

L'opera, dal titolo Not a position, but a proposition, è in esposizione alla galleria Moitre dal 30 gennaio (ore 18.30) al 7 marzo.

www.laviniaraccanello.com

Galleria Moitre
via Santa Giulia 37 bis, Torino