Home Page / Agenda / Animalia

Animalia

mostra
Animalia
dal 08/09/2016 al 04/10/2016
evvivanoé

...Quadrupedi dalla testa volatile, le giraffe vollero oltrepassare la loro realtà corporale ed entrarono risolute nel regno della sproporzione...”

Juan José Arreola Bestiario

Giovedì 8 settembre alle 18.30 Evvivanoé ha riaperto la stagione espositiva dopo la pausa estiva. La piccola galleria che si trova nel cuore del quartiere Cit Turin ha infatti inaugurato ANIMALIA di Paolo Vergnano, una mostra fotografica che sfiora la tematica animale con toni delicati e intimistici.

L'esposizione presenta due serie di lavori dell'artista: What the trees dream (Cosa sognano gli alberi) e Rooms (Stanze).

Atmosfere surreali intrise di profonda dolcezza. Mondi lontanissimi e nello stesso tempo così vicini, raggiungibili. La limpidezza cristallina delle foto di Paolo Vegnano ci racconta di storie senza parola alcuna ma ricche di anima.

Le piante alternano fasi di splendore ad altre quiescenti e poco appariscenti. Nella pausa invernale, ai nostri occhi si presentano come morte.Il mio lavoro è incentrato su questo periodo di lungo sonno e su quello che le piante potrebbero essere capaci di sognare. Non soffermiamoci troppo sulla razionalità o scientificità di questa affermazione.
Sognano ciò che non hanno né più né meno rispetto a noi. Questi sogni hanno come protagoniste le farfalle che, a mio modo di vedere, incarnano più di ogni altro essere vivente il risveglio, il calore, il sole, la primavera.”

Queste le parole utilizzate dall'artista per spiegare il concetto che lo ha ispirato e guidato nella realizzazione della serie intitolata What the trees dream.

Per Rooms (Stanze) Vergnano ha camminato e passeggiato a lungo nelle sue Langhe alla ricerca di ispirazione. E l'ha trovata in vecchi cascinali abbandonati, pieni di stanze che ancora echeggiano di remote presenze. Luoghi sospesi nel tempo che improvvisamente si animano di presenze ben definite, incredibili.

L’intelligente utilizzo delle tecniche di postproduzione non è stato finalizzato a meravigliare con la spettacolarità ma a creare un’atmosfera onirica all’interno della quale le sue immagini hanno saputo trasmettere un messaggio delicatamente poetico.” Roberto Mutti

Il lavoro di postproduzione è quindi ulteriore mezzo artistico nelle mani dell'artista. La pittoricità dell'immagine fotografica e l'armoniosa resa cromatica rendono questi lavori intrinsecamente legati tra loro, come una serie di vicende che però sono parti di un'unica storia. L' artista ha così il ruolo di narratore.

Si tratta quindi di più fotografie scattate in momenti e luoghi diversi, molto lontani tra loro nello spazio e nel tempo che si fondono per dare vita a scenari sorprendenti. Questo vale sia per le sue stanze che per i sogni degli alberi.

La mostra è visitabile fino al 4 ottobre.

evvivanoé
via Grassi 16, Torino