Venia Dimitrakopoulou. Futuro Primordiale – Logos

21/02/2019 - 31/03/2019 – Personale
Gallery della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

Venia Dimitrakopoulou. Futuro Primordiale – Logos

La Gallery della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino ospita la mostra della scultrice greca Venia Dimitrakopoulou a cura di Afrodite Oikonomidou e Matteo Pacini dal 21 febbraio al 31 marzo 2019, intitolata Venia Dimitrakopoulou. Futuro Primordiale – Logos.

A Torino prosegue il tour italiano della poliedrica artista con la seconda importante personale che propone una nuova selezione di lavori, tra cui spiccano due installazioni di grandi dimensioni: l’opera inedita Ellampsis (2019) creata appositamente per l’occasione, che rappresenta un’epigrafe in acciaio con una “profetica” scritta luminosa, e l’installazione Dialoghi (2019) che rimanda a libri destrutturati in imponenti lastre di ferro e delicata carta cinese, sui quali fluttuano in inchiostro nero e rosso frasi inspirate da una ricerca sociologica realizzata tra la gente comune, espressione delle voci che solitamente non hanno una risonanza mediatica.

Tema principale dell’intera esposizione torinese è il “logos”, parola che si fa segno e al contempo segno che diventa parola, che ben si coniuga con le superfici candide della sala espositiva che sembrano richiamare “pagine non scritte”, come suggerisce la scultrice.

L’inchiostro indiano, il pastello, l’acquerello, fino al collage su carte rare danno forma ad opere che vanno dalla piccola alla grande dimensione, all’insegna di un nomadismo stilistico e tecnico che, spaziando dalla scultura tradizionale all’installazione, dal video all’azione, dalla scrittura alla grafica.

L’esposizione presso la Gallery della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino gode dei patrocini del Ministero della Cultura e dello Sport della Repubblica Ellenica, dell’Ambasciata di Grecia a Roma, della Regione Piemonte, della Città di Torino, del Museo Nazionale di Arte Contemporanea di Atene (EMST), dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, del corso di laurea DAMS dell’Università degli Studi di Torino, dell’Associazione Piemonte Grecia "Santorre di Santarosa" e dell’Associazione Culturale Italo Ellenica per la Formazione “Microkosmos”.

L’evento si configura come seconda tappa della trilogia di mostre italiane organizzata dalla Fondazione Ellenica di Cultura Italia in collaborazione con Artespressione di Milano, galleria di riferimento dell’artista in Italia per questa rassegna, che dal 12 aprile al 14 giugno 2019 proseguirà poi a Trieste presso il Civico Museo Sartorio e il Castello di San Giusto con altre opere inedite sul tema del “Suono”.

Le tre esposizioni di Venia Dimitrakopoulou nel nostro Paese a Palermo, Torino e Trieste rientrano nel programma “Tempo Forte Italia – Grecia”, iniziativa promossa dall’Ambasciata d’Italia ad Atene e sancita nel corso del Primo Vertice Intergovernativo tra Italia e Grecia, tenutosi il 14 settembre 2017 a Corfù, volta a favorire e sostenere il rafforzamento delle relazioni culturali tra i due Paesi, nel rispetto dell’equilibrio tra i vari ambiti culturali, dalla tradizione al contemporaneo, dal passato al futuro.

Gallery della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.
Via Modane 20 – 10141 Torino.
Inaugurazione: giovedì 21 febbraio 2019, ore 18:30.
Orari: giovedì, ore 20 - 23; venerdì - domenica, ore 12 - 19.
21/02/2019 - 31/03/2019.


\ NEWS



14/03/2019

La settima arte contro i cambiamenti climatici

La settima arte contro i cambiamenti climatici

In sostegno alla mobilitazione torinese per lo sciopero mondiale per il clima di venerdì 15 marzo 2019, il Cinema Centrale propone, su iniziativa del festival Cinemambiente, una proiezione speciale e gratuita del film The Age of Stupid, di Franny Armstrong, con Pete Postlethwaite (2009). (...)






07/03/2019

100 anni di Fausto Coppi

100 anni di Fausto Coppi

Fausto Coppi, il Campionissimo, l’Airone, l’uomo solo in fuga, la leggenda, è stato il corridore più famoso e vincente dell’epoca d’oro del ciclismo e tra i più grandi e popolari atleti di tutti i tempi. (...)