Uniti in Dio (Sul Sacro)

15/03/2018 - 28/04/2018 – Installazione
Liceo Classico e Musicale Camillo Cavour

Uniti in Dio (Sul Sacro)

Giovedì 15 marzo 2018, alle ore 15, al Liceo Cavour, in occasione della conferenza del Professor Corrado Martone (Università di Torino) Ebraismo e origini cristiane tra tensione e continuità, organizzata dall’UCIIM e introdotta dal Professor David Sorani, sarà presentata l’opera Uniti in Dio (Sul Sacro) dell’artista visivo Andrea Paolini.

L’artista, laureato in ingegneria e attivo sul versante dell’arte contemporanea con lavori di valenza concettuale incentrati sul pensiero, il tempo, la scienza, è già noto al Liceo per la videoinstallazione La quadratura del cerchio presentata nel 2004 in una conferenza sul π (Pi greco) e soprattutto per l’installazione Gli occhiali del politico (Sulla nostra capacità di vedere gli altri) (2010) realizzata per la mostra del bicentenario della nascita di Cavour al Castello di Santena.

La nuova opera, Uniti in di Dio, sintesi di geometria e spiritualità, presenta su un piedistallo tre tomi, il Tanakh in lingua ebraica, il Nuovo Testamento, Eὐαγγέλιον, in greco antico e il Corano in arabo.

I tre libri, testi sacri delle tre principali religioni monoteiste, si compenetrano pagina per pagina formando un solido a “simmetria di rotazione”, con le copertine dei testi, che, viste dall’alto, formano un triangolo equilatero.

“Nel mio lavoro – dice Paolini – le pagine sacre si toccano. L’unione è insita nel concetto stesso di sacro. Una compenetrazione di pagine che consacra, se mai ce ne fosse stato bisogno, la necessità di contatto tra gli uomini”.

In una comunità sempre più multietnica, la comprensione dell’altro è fondamentale per una convivenza senza conflitti. Conoscere in origine cosa ha dato forma al nostro pensiero ci aiuta a comprendere l’essenza della natura umana e la sua uguaglianza rispetto al trascendente.

Proprio quest’anno, la 31a edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino propone cinque domande per riflettere su arte, confini, identità personale, migrazioni e religione.

La quarta di queste domande “Dove mi portano spiritualità e scienza?” propone l’interrogativo se possa esserci una promessa di futuro nella spiritualità delle religioni e nel rigore delle scienze.

L’esposizione e la conferenza sono un tassello per rispondere a questo complesso interrogativo a cui seguiranno ulteriori riflessioni con studenti ed esperti che prenderanno forma di discussioni, interviste testi e fotografie.

La presentazione dell’opera Uniti in Dio (Sul Sacro) di Andrea Paolini rientra nel progetto CFC – Concorso Fotografico Cavour 2018 curato da Elisabetta Tolosano e sarà esposta fino a fine aprile 2018 e può essere visitata tutti giorni dalle ore 8 alle ore 19, sabato dalle 8 alle 13, domenica chiuso.

Liceo Classico e Musicale Camillo Cavour.
Corso Alessandro Tassoni 15 – 10143 Torino.
Orari: lunedì - venerdì, 8 - 19; sabato 8 - 13; domenica chiuso.
15/03/2018 - 28/04/2018.


\ NEWS


25/05/2018

La Izmade Summer School sbarca a Torino

La Izmade Summer School sbarca a Torino

Obiettivo della Izmade Summer School è la progettazione e la costruzione di un capanno per gli attrezzi. Il luogo in cui verrà effettuato l’intervento sarà un’area pubblica, utilizzabile come orto urbano, e gestita dall’associazione no-profit Clorofilla. (...)




22/05/2018

La seconda edizione di Glocal Sound

La seconda edizione di Glocal Sound

Dopo il successo della prima edizione, torna Glocal SoundGiovane Musica d’Autore in Circuito, iniziativa promossa da Fondazione Piemonte dal Vivo, Fondazione Toscana Spettacolo Onlus, AMATAssociazione Marchigiana Attività Teatrali, a cui si aggiungono quest’anno anche C.L.A.P.SpettacolodalvivoCircuito Lombardia Arti Pluridisciplinari, CEDACCircuito Multidisciplinare Spettacolo Sardegna, Santarcangelo dei Teatri e ATERAssociazione Teatrale Emilia Romagna. (...)




18/05/2018

Nasce color-size

Nasce color-size

Nasce color-size, un’applicazione sistematica per rappresentare il colore mediante forme predeterminate in funzione del linguaggio. (...)