Suggestioni figurative

10/05/2018 - 26/05/2018 – Personale
Sala Esposizione

Suggestioni figurative

Le donne che dipinge Riccardo Balestra non sono delle “modelle” ma si possono considerare come idee platoniche della donna, proiezioni a colori di pensieri metafisici, modelli rappresentativi della quintessenza di ciò che chiamiamo “eterno femminino”.

La giovinezza e il conseguente stato di bellezza della figura, nella quale si rispecchia lo sguardo appassionato di Balestra, appaiono così tradotti in una definizione grafica e coloristica, tendenzialmente svolta con attenzione al modellato volumetrico e al rigore astraente delle forme anatomiche, quasi da moderno pittore che si esprime in un emblematico stile neo-egizio, tanto da far pensare anche alle fragili apparenze dei ritratti di Fayum, ma con un atteggiamento mentale da artista post-pop.

Balestra è attraversato da un’intima vena di “naïveté” che lo contraddistingue, che lo guida sulla sua strada in autonomia, insieme a uno spirito idealista che basta a renderlo capace di sviluppare uno stile personale, ben caratterizzato, attento ai temi di natura sociale, sensibile alla realtà della condizione femminile, a cui si accosta con garbo e che trasforma in pretesto pittorico per parlare in fondo di tutti noi, dei nostri desideri, delle nostre inquietudini e delle nostre speranze (recensione Professore Enrico Perotto).

Sala Esposizione.
Via San Giovanni Bosco 7/h – 12100 Cuneo.
Inaugurazione: giovedì 10 maggio 2018, ore 18.
Orari: dal mercoledì al sabato, dalle 16 alle 19:30.
10/05/2018 - 26/05/2018.


\ NEWS

15/11/2018

Fabrizio De André – Remember 2.0

Fabrizio De André – Remember 2.0

All’Auditorium del MAUTO – Museo Nazionale dell’Automobile arriva una serata interamente dedicata al ricordo del cantautore Fabrizio De André, attraverso un percorso concertistico ma anche poetico, artistico e video fotografico. (...)



13/11/2018

Cauleen Smith e la violenza di genere

Cauleen Smith e la violenza di genere

L’artista interdisciplinare statunitense incontrerà il pubblico del Castello di Rivoli – Museo d’arte contemporanea per discutere dei propri lavori dedicati alla violenza di genere. (...)