Siege (Assedio)

09/12/2017 - 06/01/2017 - Mostra
Fusion Art Gallery - Inaudita

Siege (Assedio) - Lampedusa 2014

La Fusion Art Gallery - Inaudita presenta la mostra Siege (Assedio) di Sebastiano Mortellaro, artista multidisciplinare siciliano che vive e lavora tra Siracusa e Torino.
La ricerca di Sebastiano è volta principalmente allo sviluppo di temi quali la migrazione, la memoria storica, l'impatto sociale delle politiche pre, neo e post-colonialiste.

“Sebastiano Mortellaro commenta e documenta con il suo lavoro allibito la capacità indefessa che ha l'uomo di reiterare i suoi errori, il morboso interesse per la supremazia e la prevaricazione, l'ansia di conquista, la compulsiva smania di sottrarre cultura ai territori conquistati con l'inganno e la boria di un senso del ridicolo mai veramente analizzato. Politiche del collezionismo d'interesse, ingiustizia tronfia”
Barbara Fragogna.

La mostra è parte dei circuiti COLLA, NEsxT e di ContemporaryArt Torino e Piemonte.

Inaugurazione: Sabato 9 dicembre alle 19, l'artista sarà presente.

09/12/2017 - 06/01/2017.
Piazza Peyron 9g - 10143 Torino.
Ingresso libero.
Orari di apertura: dal giovedì al sabato, dalle 16 alle 19:30 e su appuntamento.
Info:+39 349 3644287.


\ NEWS

08/08/2018

Aperto il primo bando del “Piemonte Film Tv Fund”

Aperto il primo bando del “Piemonte Film Tv Fund”

È online dal 27 luglio 2018, sul sito della Regione Piemonte, il primo bando del Piemonte Film Tv Fund, che mette a disposizione di micro, piccole e medie imprese 1,5 milioni di euro per lo sviluppo di produzioni audiovisive sul territorio regionale, relativamente alle seguenti categorie di fiction: lungometraggio, film tv e serie tv. (...)







23/07/2018

Torna “La festa per chi resta”

Torna “La festa per chi resta”

A conferma del successo ottenuto negli ultimi anni, anche nel 2018 la compagnia Assemblea Teatro rinnova la proposta della “Festa per chi resta” con un programma al Mausoleo della Bela Rosin che dai giorni di Ferragosto 2018 ci accompagna fino alla fine dell’estate. (...)