Safar: viaggio in medio oriente, vite appese a un filo

20/03/2019 - 30/06/2019 – Personale
MAO – Museo d’Arte Orientale

Safar: viaggio in medio oriente, vite appese a un filo

Dal 20 marzo 2019 al piano nobile di Palazzo Mazzonis il MAO – Museo d’Arte Orientale presenta la mostra Safar: viaggio in medio oriente, vite appese a un filo. Fotografie di Farian Sabahi.

Una sessantina gli scatti realizzati da Farian Sabahi in Libano, Siria, Iraq, Iran, Emirati Arabi, Azerbaigian, Uzbekistan e Yemen tra il febbraio 1998 e la primavera 2005 ed esposti per la prima volta.

In persiano e in arabo, Safar vuole dire viaggio. Una parola che in sé racchiude i molteplici significati della mostra: racconta i viaggi di Farian Sabahi, le Terre e le persone ritratte e al contempo esorta il visitatore a compiere un viaggio, doppio, geografico ed emotivo. Così, i versi del poeta di lingua persiana Rumi ricamati dalla giovane artista Ivana Sfredda accolgono il visitatore: “Anche se tu non hai piedi, scegli di viaggiare in te stesso, versi volti ad evocare l’importanza del viaggio e dell’apertura alle culture altre nel processo di crescita personale”.

Corredo alle immagini sono i passaporti italiano e iraniano con i visti per quei Paesi, la macchina fotografica Nikon e gli obiettivi usati, il registratore. E ancora le pagine dei quotidiani dell’epoca, tra cui gli articoli e i reportage su IlSole24Ore firmati da Farian Sabahi, fissate come in una bacheca.

Arabo, persiano, italiano, francese e inglese sono le lingue che animano il tappeto sonoro. Le voci che abbracciano il visitatore e lo traghettano “dentro” la storia sono dello scrittore turco e Nobel per la Lettaratura Orhan Pamuk, di Padre Paolo dell’Oglio, del poeta siriano Adonis, di un pescatore sul Tigri, dell’ex presidente iracheno Saddam Hussein, di un omosessuale a Dubai, dell’ex presidente iraniano Muhammad Khatami, dell’architetto Darab Diba, del filosofo Dariush Shayegan, dell’avvocata e attivista pachistana Bilqis Tahira, dello storico azerbaigiano Altay Geyushev, dell’artista e gallerista azerbaigiana Aida Mahmudova, di Pierpaolo Pasolini, dell’attivista yemenita insignita del Nobel per la Pace Tawakkol Karman, della scrittrice iraniana Azar Nafisi.

MAO – Museo d’Arte Orientale.
Via San Domenico 11 – 10122 Torino.
Inaugurazione: mercoledì 20 marzo 2019, ore 18.

20/03/2019 - 30/06/2019.


\ NEWS

09/08/20199

Mostra dell’Artigianato Artistico di Mondovì

Mostra dell’Artigianato Artistico di Mondovì

Dal 14 al 19 agosto 2019, la 51ª edizione della Mostra dell’artigianato Artistico di Mondovì vede protagonisti oltre 80 espositori, provenienti da tutta Italia (e non solo) per allestire un percorso magico tra arte e cultura nelle vie dell’antico borgo medioevale di Mondovì Piazza. (...)


06/08/2019

Salutogenic Design

Salutogenic Design

Il Forte di Exilles quest’estate presenta il ricco calendario di appuntamenti del Festival Teatro & Letteratura di Tangram Teatro. (...)


02/08/2019

La galleria Giorgio Galotti diventa nomade

La galleria Giorgio Galotti diventa nomade

Dopo alcuni interventi esterni, che avevano l’obiettivo di sperimentare nuove vie di presentazione degli artisti, dal prossimo autunno 2019 l’intero programma della galleria Giorgio Galotti diventerà nomade. (...)








\ FOCUS ON – MUSEI E FONDAZIONI

GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea



CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia


Fondazione Merz