Ri-flessioni

03/02/2018 - 24/02/2018 - Personale
Fusion Art Gallery

Ri-flessioni

La personale di Daniele dell'Angelo Custode è la prima mostra nata dalla collaborazione di Fusion Art Gallery di Torino con la galleria Interno 52 di Berlino.

L'artista, attraverso un lavoro di ricerca quotidiano, “libera” le forme e le texture nascoste ma già presenti nel metallo, dando origine di volta in volta a lavori diversi come sempre è diverso il materiale in natura.

A volte crea grandi superfici specchianti che giocano con la luce e con i riflessi, creando un mondo di fantastiche deformazioni.
Altre volte dà origine ad un elegante “bosco” di slanciate verticalità che ci obbligano ad alzare lo sguardo e confrontarci con l'alto.

Fusion Art Gallery.
Piazza Amedeo Peyron 9g - 10143 Torino.
Data inaugurazione: sabato 03/02/2018 ore 19.
Orari di apertura della galleria: dal giovedì al sabato, dalle 16 alle 19 e su appuntamento.
Periodo: dal 3 al 24 febbraio 2018.


\ NEWS


24/04/2018

Playstorm si presenta al pubblico delle OGR

Playstorm si presenta al pubblico delle OGR

Fino al 27 aprile 2018 si svolgerà la prima sessione di Playstorm progetto triennale dedicato alla scrittura teatrale contemporanea curato da Fausto Paravidino, dramaturgo dello Stabile torinese. (...)


23/04/2018

Dentro il giardino: pittura per bambini

Dentro il giardino: pittura per bambini

Da una collaborazione fra il MEF – Museo Ettore Fico e Casa UGI nasce una serie di laboratori di pittura dedicati ai bambini. Il 29 maggio 2018 l’esposizione delle opere all’Esperia. (...)





18/04/2018

Spettacolo su Teresa Noce ed iniziative del MAU – Rifugio Antiaereo

Spettacolo su Teresa Noce ed iniziative del MAU

Opera×Opera è un’iniziativa del MAU – Museo di Arte Urbana realizzata grazie al supporto della Compagnia di San Paolo , che vuole coinvolgere le Case del Quartiere e le Associazioni afferenti in una narrazione urbana partecipata dei quartieri di Torino, attraverso un’opera d’arte contemporanea esistente, e proponendo di trovare un luogo dove realizzarne un’altra. (...)