Renata De Bonis – Summer

21/06/2018 - 18/09/2018 – Personale
Giorgio Galotti – Alley

Renata De Bonis – Summer

Alley è la project room della galleria Giorgio Galotti. Nel 2017 si trasferisce in un’antica vetrina del 1700 situata nel centro storico di Torino per invitare artisti internazionali a presentare interventi specifici, uno per ogni stagione.

Renata De Bonis (Sao Paulo, 1984) è l’artista invitata ad elaborare l’intervento per le vetrine estive. Per l’occasione, l’artista brasiliana presenterà il progetto Yours Truly.

L’intervento è composto apportando una modifica strutturale alle due vetrine preesistenti le quali saranno trasformate in una cassetta postale pubblica trasparente che resterà aperta per l’intera durata del progetto, fino alla fine dell’estate, accumulando la posta che sarà ricevuta durante i mesi e dando la possibilità a cui chiunque nel mondo di inviare lettere, cartoline e contributi cartacei.

I proprietari del negozio avranno poi il compito “curatoriale” di selezionare ed esporre periodicamente un contributo alla volta nella vetrina adiacente. L’intervento tenterà inoltre di trasformare lo stoccaggio visivo della posta in un accumulo di tempo e distanza, che muterà con il passare dei giorni e sarà visibile attraverso il vetro. In questo modo l’intervento dell’artista prenderà le sembianze di un’opera collettiva attraverso il ricevimento di contributi che verranno ciclicamente esposti ai passanti.

Giorgio Galotti – Alley.
Via San Francesco da Paola 12 – 10123 Torino.
21/06/2018 - 18/09/2018.


\ NEWS

15/11/2018

Fabrizio De André – Remember 2.0

Fabrizio De André – Remember 2.0

All’Auditorium del MAUTO – Museo Nazionale dell’Automobile arriva una serata interamente dedicata al ricordo del cantautore Fabrizio De André, attraverso un percorso concertistico ma anche poetico, artistico e video fotografico. (...)



13/11/2018

Cauleen Smith e la violenza di genere

Cauleen Smith e la violenza di genere

L’artista interdisciplinare statunitense incontrerà il pubblico del Castello di Rivoli – Museo d’arte contemporanea per discutere dei propri lavori dedicati alla violenza di genere. (...)