Il pendolo del caos

12/04/2018 - 07/06/2018 – Mostra
Biblioteca Civica Comunale Dietrich Bonhoeffer

Il pendolo del caos

L’Istituto d’Istruzione Superiore Copernico-Luxemburg, la Biblioteca civica Dietrich Bonhoeffer e il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino, nell’ambito di un progetto condiviso di alternanza scuola-lavoro, presentano la mostra interattiva di divulgazione scientifica di Experimenta "Il pendolo del caos”.

L’esposizione, che durerà dal 12 aprile 2018 al 7 giugno 2018, sarà visitabile presso la Biblioteca Civica Comunale Dietrich Bonhoeffer in Corso Corsica 55, Torino.

L’obiettivo degli studenti coinvolti nella realizzazione di questo progetto è la divulgazione della teoria del caos attraverso l’installazione del modello interattivo “il pendolo del caos” e attraverso attività di laboratorio.

L’iniziativa è rivolta a tutti i visitatori della biblioteca, con una particolare attenzione riservata agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado.

I ragazzi delle classi 3H, 3I, 4H e 4L, con la collaborazione dei tutor dell’Istituto, del personale scientifico e della comunicazione del Museo Regionale di Scienze Naturali e il coordinamento del Progetto Experimenta, hanno contribuito alla realizzazione del progetto allestendo gli spazi della Biblioteca, ideando i materiali promozionali e pubblicizzando l’evento attraverso canali tradizionali e digitali.

Gli studenti avranno inoltre il compito fondamentale di guidare il pubblico in questa esperienza.

Biblioteca Civica Comunale Dietrich Bonhoeffer.
Corso Corsica 55 – 10134 Torino.
Inaugurazione: giovedì 12 aprile 2018, ore 17:30.
Orari: dal lunedì al venerdì dalle 16:30 alle 18.
12/04/2018 - 07/06/2018.


\ NEWS





20/09/2018

Il ciclo di eventi La ME_Turin

Il ciclo di eventi La ME_Turin

L’Associazione Culturale Camera d’Arte in collaborazione con Math12_spaziotrasversale e l’Associazione Nazionale Domiad Photo Network / Canon Club Italia, promuoverà una serie di eventi che avranno come tema Torino e le relazioni interpersonali con la città, la sua storia e la sua cultura. (...)