Natura collettiva

03/05/2018 - 31/05/2018 – Personale
Biasutti & Biasutti

Natura collettiva

Nell’ambito della prima edizione di Fo.To – Fotografi a Torino, che si svolge dal 3 maggio 2018 al 29 luglio 2018, la Galleria Biasutti & Biasutti presenta una mostra dedicata al lavoro di Leo Gilardi (Torino 1987).

Egli segue, dapprima, una formazione artistica e poi fotografica. Lavora presso lo studio MA.LE, nel quartiere di Barriera di Milano, a Torino.

Nei suoi lavori Gilardi ricostruisce con carta fotografica arti umani, denunciando la spersonalizzazione dell’era tecnologica ed enfatizzando il gesto del tendere la mano per creare un contatto tra opera e persona.

Come fotografo d’archivio per la Fondazione Centro Studi Piero Gilardi segue, da anni, il percorso espositivo del padre, traendone confronto attraverso lo sviluppo della documentazione.

Il corpo della mostra è costituito da quindici opere che analizzano la natura come media per affrontare le tematiche sociali, la natura dalla quale si attinge l’estetica e per la quale si è accomunati dalla sua suggestione pacificante. Un invito a comprendere la società come fattore determinante nell’equilibrio naturale e sociale.

Uno degli aspetti di questa mostra, che non si può fare a meno di considerare, è l’implicito confronto generazionale tra padre e figlio. Una analisi storico-artistico-sociale fatta dalle opere di Piero Gilardi immortalate dall’obiettivo di Leo Gilardi.

Biasutti & Biasutti.
Via Alfonso Bonafous 7 – 10123 Torino.
Inaugurazione: 3 maggio 2018, ore 18.
Orari: da martedì a sabato 10 - 12:30 / 15:30 - 19:30.
03/05/2018 - 31/05/2018.


\ NEWS


22/02/2019

Switch on the brunch, Edizioni Black Coffee e la McMusa

Switch on the brunch, Edizioni Black Coffee e la McMusa

Switch on the brunch torna sabato 23 febbraio 2019 alle ore 12 alla tigelleria Da Emilia di Torino, per un nuovo capitolo della rassegna che unisce la scoperta dell’editoria indipendente all’atmosfera informale e conviviale del brunch, in un continuo dialogo tra addetti ai lavori e il pubblico. (...)