Monumenti rilucenti

23/06/2018

Monumenti rilucenti

Domenica 24 giugno 2018, avrà luogo l’ultimo appuntamento, prima della pausa estiva, della rassegna Domeniche in Festa alle OGR – Officine Grandi Riparazioni di Torino, a cura del network ZonArte sostenuto da Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT.

In questa occasione, il Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli propone alle famiglie una luminosa attività sul tema Monumenti rilucenti.

Nel grande workshop collettivo, le silhouette dell’opera di William Kentridge allestita nella corte di OGR – Officine Grandi Riparazioni, saranno reinterpretate attraverso un collage inusuale, lucente e riflettente: il workshop Monumenti rilucenti farà riverberare bagliori da queste silhouette che, private del loro peso, diventano forma, linea e superficie.

L’incontro con il lavoro di Kentridge sarà particolarmente significativo, visti i contenuti specifici che si prestano a infinite sperimentazioni e a letture di carattere storico, letterario, sociale e artistico.

Il foglio di allumino utilizzato per l’attività (fornito da CiAl Consorzio Imballaggi Alluminio) è materiale flessibile e cangiante, riciclabile all’infinito, capace di creare suggestivi effetti luminosi grazie alla sua specifica qualità materica e cromatica. In tal modo riassegneremo quindi luce alla memoria del lavoro delle OGR – Officine Grandi Riparazioni in un momento particolare del calendario, vicino al Solstizio d’estate, passaggio che porta la Terra dal predominio lunare a quello solare nella notte più breve dell’anno.

Ingresso gratuito.
Indispensabile la prenotazione: +39 011 9565213, educa@castellodirivoli.org
.


\ COMING SOON

21/09/2018 - 13/01/2019 – Mostra
CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia

CAMERA POP. La fotografia nella Pop Art di Warhol, Schifano & Co.

CAMERA POP. La fotografia nella Pop Art di Warhol, Schifano & Co.

La mostra CAMERA POP. La fotografia nella Pop Art di Warhol, Schifano & Co ripercorre la storia della trasformazione del documento, fotografico nello specifico, in opera d’arte, giunta al culmine negli anni ’60. (...)