Lanciato il bando Opera Viva 2018

30/03/2018

Lanciato il bando Opera Viva 2018

Ideato da Alessandro Bulgini, curato da Christian Caliandro e sostenuto da Flashback, il progetto Opera Viva Barriera di Milano è giunto ora alla sua IV edizione.

Il cartellone di sei metri per tre in Piazza Bottesini, che scandisce le tappe di avvicinamento alla fiera di arte antica e moderna Flashback è ormai un appuntamento trasversale atteso da tanti, dagli abitanti del quartiere agli appassionati d’arte in una fruizione vissuta sia dal vivo che tramite la rete.

Quest’anno Opera Viva vuole creare un legame ancora più stretto tra artista e spettatore (che sia questo automobilista, passante, curioso o residente) lanciando una call che chiuderà l’11 maggio 2018.

Gli artisti sono chiamati a proporre una loro opera ispirata all’argomento della IV edizione che prende spunto dal libro di fantascienza di Chad Oliver, scrittore e antropologo, “Le rive di un altro mare”.

Le rive di un altro mare è un inno alla necessità di comprensione, un inno alla mixité, a un nuovo modo di vivere le città ispirato alla mescolanza, dove la relazione tra vita sociale, lavorativa e privata è indipendente dal luogo e in contrasto con il concetto della segregazione, una spinta al dialogo per ristabilire il rispetto dell’altro da sé: uomo, natura, territorio e patrimonio culturale.

Il bando è disponibile nella sezione news del sito di Flashback.


\ COMING SOON

23/02/2019 - 09/03/2019 – Personale
Artgallery37

Mario Fior – Lisbona Perspectives

Mario Fior – Lisbona Perspectives

L’artista Mario Fior reduce da importanti eventi artistici nazionali ed internazionali, presenta, nelle sale di Artgallery37, una serie di 34 opere fotografiche fine art di vario formato, riguardanti Lisbona, la capitale del Portogallo. (...)


23/02/2019 - 10/03/2019 – Personale
Associazione culturale Quasi Quadro

Secco

Secco

Associazione culturale Quasi Quadro presenta Secco, mostra personale di Davies Zambotti, artista che attraverso i suoi lavori ricerca e analizza l’impossibilità della certezza umana, utilizzando il video e la fotografia come un microscopio, una lente con cui poter osservare le ombre fra gli interstizi del quotidiano. (...)