Human Bodies

25/11/2017 - 25/02/2018 - Mostra
Società Promotrice delle Belle Arti in Torino

Human Bodies

Il corpo umano messo a nudo. Affascinante, misterioso, unico, è il protagonista della mostra scientifica più interessante e didattica a livello mondiale finalmente in arrivo dal 25 novembre 2017 al 25 febbraio 2018 alla Società Promotrice delle Belle Arti in Torino.

Un viaggio per scoprire come funziona il nostro corpo e soprattutto come preservarlo prendendoci cura della nostra salute.
Creato nel 2008 dal gruppo Musealia, il progetto museale è stato curato a quattro mani dal Dottor Rafael Latorre, professore di anatomia semplice e comparata all'università di Murcia e dal Dottor Virginio Garcia Martinez, professore di anatomia ed embriologia umana dell'università di Extremadura, in collaborazione con l'Università del Tennesse.

La mostra, che ha già appassionato milioni di persone nel mondo, è divisa in otto aree: lo sviluppo nel corpo umano, lo scheletro, il sistema muscolare, il sistema respiratorio, quello digerente, nervoso e infine il sistema urinario e riproduttivo.
In sostanza, come in un libro di anatomia tridimensionale, si vive in mostra il ciclo della vita, dal primo embrione fino alla creazione di una nuova vita, passando per le abitudini quotidiane degli uomini, incluso lo sport.
Alcuni dei corpi esposti, infatti, sono di atleti “plastinati” nel gesto atletico. Ma anche le cattive abitudini, come l'alcolismo, il fumo e la cattiva alimentazione, trovano in mostra esempi molto impattanti. Perché vedere con i propri occhi, specialmente per i più giovani, può avere molta più forza di tante parole.

Società Promotrice delle Belle Arti in Torino.
25/11/2017 - 25/02/2018.


\ NEWS





20/09/2018

Il ciclo di eventi La ME_Turin

Il ciclo di eventi La ME_Turin

L’Associazione Culturale Camera d’Arte in collaborazione con Math12_spaziotrasversale e l’Associazione Nazionale Domiad Photo Network / Canon Club Italia, promuoverà una serie di eventi che avranno come tema Torino e le relazioni interpersonali con la città, la sua storia e la sua cultura. (...)