\ IL FUTURO DEL CONTEMPORANEO

La Città di Torino, avvalendosi della collaborazione dell’Osservatorio Culturale del Piemonte, promuove il Progetto “Il Futuro del Contemporaneo” un percorso di ascolto, confronto e co-progettazione, aperto agli operatori del settore, al fine di costruire in modo condiviso le migliori condizioni per favorire l’espressione della creatività per rafforzare il tessuto della produzione artistica nella Città.

A partire da una situazione consolidata nasce la necessità di ritornare a riflettere sulle prospettive e sulle traiettorie possibili di tutto il sistema dell’arte contemporanea nel suo complesso, alla luce dei significativi cambiamenti nel territorio urbano e anche in relazione alle attività e ai progetti promossi in questo ambito da altre città europee.

Un primo confronto con gli operatori del settore, in cui sono stati presentati gli orientamenti che si intende perseguire con il Progetto, è stato realizzato sabato 4 novembre 2017 presso il Meeting Point di Artissima.

Nella realizzazione del Progetto, la Città di Torino ha il ruolo di regia e cura l’organizzazione, la comunicazione dei lavori e le azioni di sensibilizzazione degli attori chiamati a partecipare, mentre l’Osservatorio Culturale del Piemonte (OCP) – attraverso un gruppo di lavoro specifico – ha la funzione di supporto tecnico-scientifico alla realizzazione delle diverse fasi previste e degli incontri programmati.

La ricerca parte dall’esigenza, sentita da una molteplicità di soggetti istituzionali e non, di fare il punto della situazione sul sistema dell’arte contemporanea a Torino nonché sui progetti e sulle attività realizzate in città in questo ambito.

Per approfondire il tema da diversi punti di vista sono stati identificati 5 assi strategici sui quali stimolare un confronto e una discussione a più voci:

  1. Produzione artistica nel territorio + Talenti e giovani artisti.
  2. Le filiere produttive e l’arte contemporanea.
  3. La formazione per gli operatori e gli artisti.
  4. L’interazione con i pubblici.
  5. Le attività di scambio e cooperazione internazionale.

Si ritiene inoltre importante non limitare il campo di studio alla sola arte visiva e allargare il perimetro di osservazione anche a soggetti e progetti comparsi sulla scena in tempi recenti per:

  • esplorare il contemporaneo nelle sue diverse declinazioni;
  • dare spazio a una riflessione sulle modalità con le quali l’arte contemporanea potrebbe essere utile per la città;
  • includere il mondo produttivo e creativo al di fuori del nucleo ristretto degli stakeholder tradizionali;
  • prestare attenzione all’intreccio tra le arti visive, le diverse forme di espressione artistica e creativa e le filiere produttive dell’artigianato, soprattutto per le produzioni in crisi di identità, per verificare la possibilità di immaginare nuovi prodotti e modi di fare;
  • indagare quali fermenti e quali esigenze stiano emergendo sul territorio.

L’obiettivo consiste nel raccogliere indicazioni, suggestioni, disponibilità produttive che la Città di Torino possa pensare di sostenere e incentivare all’interno di policy e di specifici strumenti attuativi anche di carattere inter o plurisettoriale (es. PRG, Regolamento dei beni comuni, incentivazione dell’arte pubblica, ecc.) per aumentare la vocazione al contemporaneo della Città nel panorama internazionale e incrementare la sua capacità di attrazione di talenti e di energie produttive.

Panel di discussione.

Per approfondire i temi, mettendo al centro dell’attenzione le disponibilità, le problematiche e le necessità degli operatori, vista anche la natura del tema e gli obiettivi posti alla base del progetto, si è ritenuto opportuno adottare un approccio prettamente qualitativo prevedendo 5 specifici panel di discussione e confronto.

1° Panel – 15 maggio 2018.

Comunicato Stampa 15/05/2018.

Rafforzamento del tessuto della produzione artistica nel contesto urbano.

Per informazioni: futurocontemporaneo@comune.torino.it.

Città di Torino.
Area Cultura, Servizio Arti Visive, Cinema, Teatro.
Via San Francesco da Paola 3 – 10123 Torino.


\ NEWS


25/05/2018

La Izmade Summer School sbarca a Torino

La Izmade Summer School sbarca a Torino

Obiettivo della Izmade Summer School è la progettazione e la costruzione di un capanno per gli attrezzi. Il luogo in cui verrà effettuato l’intervento sarà un’area pubblica, utilizzabile come orto urbano, e gestita dall’associazione no-profit Clorofilla. (...)




22/05/2018

La seconda edizione di Glocal Sound

La seconda edizione di Glocal Sound

Dopo il successo della prima edizione, torna Glocal SoundGiovane Musica d’Autore in Circuito, iniziativa promossa da Fondazione Piemonte dal Vivo, Fondazione Toscana Spettacolo Onlus, AMATAssociazione Marchigiana Attività Teatrali, a cui si aggiungono quest’anno anche C.L.A.P.SpettacolodalvivoCircuito Lombardia Arti Pluridisciplinari, CEDACCircuito Multidisciplinare Spettacolo Sardegna, Santarcangelo dei Teatri e ATERAssociazione Teatrale Emilia Romagna. (...)




18/05/2018

Nasce color-size

Nasce color-size

Nasce color-size, un’applicazione sistematica per rappresentare il colore mediante forme predeterminate in funzione del linguaggio. (...)