Al Forte di Exilles l’omaggio a Giorgio Gaber

27/07/2019

Al Forte di Exilles l’omaggio a Giorgio Gaber

Il Forte di Exilles ha una storia fatta di guerre, confini e leggende.

Simbolo di equilibrio fra tradizione e modernità, ha l’imponenza delle antiche rocche fortificate e una suggestiva architettura che da sabato 6 luglio 2019 a sabato 31 agosto 2019 è scenografia di un ricco calendario di appuntamenti per grandi e bambini. Per la quinta estate consecutiva infatti, musica, arte e letteratura invadono il Forte che vive di nuovo splendore attraverso l’intreccio fra la bellezza dei luoghi e il fascino di parole, immagini, incontri. Anche quest’anno il Forte ospita il Festival Teatro & Letteratura di Tangram Teatro.

Caro signor G è l’omaggio a Giorgio Gaber con Bruno Maria Ferraro e Ivana Ferri (regia). Sabato 3 agosto 2019, ore 21, ripercorriamo alcuni tratti dell’incredibile repertorio di Gaber e Luporini, ricordando insieme un artista unico.

Bruno Maria Ferraro si è diplomato alla Scuola d’arte drammatica di Torino e al Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. Dopo varie esperienze musicali con il Teatro Regio di Torino e con Antidogma Musica si occupa prevalentemente di Teatro di Prosa. È direttore artistico con Ivana Ferri di Tangram Teatro Torino. Da ormai molti anni il suo interesse è rivolto al Teatro Canzone con una serie di spettacoli teatrali e musicali di grande successo.

Per informazioni: www.circololettori.it, +39 011 4326827 o info@circololettori.it.


\ COMING SOON

16/11/2019 - 15/12/2019 – Collettiva
Villa Vallero

Painting Stories

Painting Stories

Inaugurerà sabato 16 novembre 2019 alle ore 17 la mostra Painting Stories, ospitata negli spazi della storica Villa Vallero di Rivarolo Canavese (Torino) e organizzata da Areacreativa42. (...)


16/11/2019 - 03/05/2020 – Mostra
Castello di Miradolo

Oliviero Toscani

Oliviero Toscani

La Fondazione Cosso annuncia il prossimo progetto espositivo al Castello di Miradolo: dal 16 novembre 2019, una grande mostra sul fotografo Oliviero Toscani prenderà vita negli spazi della dimora, nella Serra e nel Parco. (...)