La fine dei car designer

25/09/2018

La fine dei car designer

L’evento, organizzato dal Circolo del Design di Torino, indaga sul mestiere del designer e sulla sua evoluzione.

Nel 2008 Torino fu nominata World Design Capital. A distanza di 10 anni cos’è cambiato nel mondo del design? Tutto. A distanza di 10 anni cos’è cambiato nel modo di fare design? Niente.

Entrambe le risposte sono in parte false, in parte vere, come il titolo La fine dei car designer: una semplice provocazione che esplica il cambiamento necessario nella forma mentis del designer, il quale possa così stare al passo coi tempi e con le nuove tecnologie che lo circondano, gettando nel passato quei processi creativi e produttivi che hanno accompagnato il design, sia dell’automobile che non, fino ad adesso.

L’evento si snoderà in tre fasi di crescita ed evoluzione di un qualsiasi prodotto: il designer, l’ingegnere e il coder.
Aprirà l’esposizione Michele Farina, transportation designer, con la sua tesi di laurea (IAAD), che partendo dall’evoluzione dell’automobile propone nuovi modi per spingere il design “oltre”.
In seguito, l’ex ingegnere di CBA Associates e ora CEO di Etra Project, Matteo Barale, porterà la sua personale esperienza su cosa significhi fare innovazione nel mondo del design.
Infine, l’architetto e computational designer Marco Palma mostrerà come le professioni in quest’ambito siano in continua evoluzione e contaminazione.

L’evento è organizzato dal Circolo del Design di via Giolitti a Torino e avrà luogo dalle 18:30 alle 20 del 26 settembre 2018. Ingresso libero e gratuito. Maggiori informazioni sul sito del Circolo.


\ COMING SOON

12/12/2018 - 13/01/2019 – Personale
Associazione Quasi Quadro

Sintonia Fragile

Sintonia Fragile

Associazione Quasi Quadro presenta Sintonia Fragile, prima mostra personale del torinese Gabriele Nicola. (...)


13/12/2018 - 19/01/2019 – Collettiva
Fusion Art Gallery – Inaudita

Tartare

Tartare

La Fusion Art Gallery / Inaudita presenta Tartare. (...)


13/12/2018 - 02/02/2019 – Personale
Weber & Weber

A sense of order. A sense of disorder

A sense of order. A sense of disorder

Denis Kelly è sicuramente il pittore irlandese astratto che meglio incarna i valori dell’“astrattismo puro”, dove il mancato uso figurativo è da intendersi come forma di espressione artistica della propria esperienza di vita. (...)


14/12/2018 - 09/02/2019 – Collettiva
Galleria Moitre

Lacerto

Lacerto

«Nella lingua italiana per lacerto s’intende un frammento, una parte di qualcosa. È un termine desueto e consunto dal mancato utilizzo. Ma significa anche una parte di carne, inteso come muscolo. Ha dunque un significato fisico e astratto al contempo. Ideale per ciò che stavo cercando. (...)