Fabrizio Alessio vince allo Shenzhen Design Award for Young Talents

23/02/2018

Fabrizio Alessio vince allo Shenzhen Design Award for Young Talents

Il designer di Rivoli (TO) Fabrizio Alessio si aggiudica il Grand Award allo Shenzhen Design Award for Young Talents (SDAY) grazie a Toowheels, la “carrozzina sportiva autoproducibile” con tecniche DIY o strumentazioni da Fab lab messa a disposizione in open source.

Progettare, realizzare, condividere è il mantra di ogni “maker”.
Artigiani dell’era digitale, i maker costituiscono un vero e proprio movimento culturale che, sfruttando la capacità di diffusione delle informazioni e la connessione che la rete rende oggi possibile, mira alla condivisione dei progetti a livello mondiale e alla costituzione di una vera e propria rete fisica di costruttori, designer e produttori.

Un maker progetta, realizza e poi mette a disposizione, sul web, i propri raggiungimenti nel campo dell’artigianato tecnologico. Il fai da te, grazie all’open source, diventa così una risorsa democratica, internazionale e altamente personalizzabile.

Un maker di Rivoli (TO), Fabrizio Alessio, ha appena ricevuto un importante riconoscimento durante lo Shenzhen Design Award for Young Talents (SDAY), manifestazione biennale che si svolge a Shenzhen, città della Cina meridionale, dal 2013.
Obiettivo della competizione è premiare i giovani e talentuosi designer di età inferiore a 35 anni provenienti da città facenti parte della rete “città creative” UNESCO (UCCN).
Alessio ha battuto oltre 260 concorrenti, riuscendo ad aggiudicarsi il Grand Award e un riconoscimento in denaro che ammonta a ventimila dollari.

Il progetto che ha convinto la giuria di Shenzhen si chiama Toowheel.
Si tratta di una carrozzina per sportivi disabili che è possibile autocostruire con ruote da bicicletta, materiali e attrezzi facilmente reperibili in qualsiasi negozio fai-da-te a un prezzo contenuto.
In alternativa, è possibile costruirla in un qualsiasi Fab lab o makerspace del mondo, vale a dire in tutti quei piccoli laboratori che offrono ai cittadini la possibilità di realizzare progetti di fabbricazione digitale.

Il progetto e le istruzioni per la realizzazione della carrozzina sono interamente disponibili e scaricabili sul sito internet di Toowheel.
Alessio, membro del Fablab di Torino e membro del consiglio direttivo dello stesso, per lo stesso progetto ha anche ricevuto nel 2016 la Targa Giovani del Premio Compasso d’Oro, riconoscimento assegnato dall’Associazione Disegno Industriale.
Ma il successo di Toowheel non si è fermato qui, arrivando in Equador e in Corsica con laboratori di riparazione delle carrozzine e in India, dove un gruppo di maker ha adattato il progetto alla realtà locale.

«Ogni passo avanti non costituisce solo un traguardo, ma un miglioramento delle prestazioni e del progetto in un’ottica di continua evoluzione» dice Fabrizio Alessio, parlando della sua opera.
«Nel 2017 un’importante collaborazione con il comitato paralimpico mi ha permesso di collaborare al fianco degli atleti e dei tecnici sportivi della nazionale di Parabadminton Italiana grazie al coordinamento della sperimentazione di Luca Alessandrini (consulente della Fed Ita Badminton e tecnico di Parabadminton). È stato un momento progettuale molto intenso ed emozionante, che ha dato vita a una versione di TW tuttora utilizzata dai tecnici per le fasi di allenamento, nonché ha permesso di implementare il progetto e raggiungere un nuovo livello prestazionale».

Grazie ai maker stiamo assistendo a una svolta epocale nel mondo del design e dell’artigianato.
La rete costituita dai Fab lab sta rendendo possibile la diffusione della conoscenza artigianal-tecnologica a livello mondiale, contribuendo così a un progressivo incremento del numero di persone in grado di autoprodurre oggetti e prodotti tecnologici da sé.
Inoltre, se c’è un mondo che ha accolto a braccia aperte questo tipo di progettazione, così facilmente adattabile secondo ogni singola esigenza, è quello della disabilità.
«La possibilità di customizzare una carrozzina è un aspetto fondamentale per poterla adattare alle necessità fisiche ed ergonomiche di chi la deve usare» spiega Alessio nel video ufficiale del progetto Toowheels, «infatti, il manuale contiene anche una serie di istruzioni per adattare la carrozzina al suo utilizzatore finale».

Grazie al progetto di Fabrizio Alessio è possibile iniziare a praticare sport in poco tempo e a basso prezzo.
«Making, design, open source e personalizzazione sono le basi di un progetto in continua crescita, lasciato a disposizione di chiunque ne abbia bisogno nel mondo».


\ NEWS

16/07/2018

Pomeriggi al borgo

Pomeriggi al borgo

Numerosi appuntamenti dedicati a famiglie, bambini e visitatori animeranno il Borgo Medioevale e la Rocca in alcuni pomeriggi estivi. Diverse le associazioni coinvolte nella programmazione. (...)




11/07/2018

Assegnate le residenze artistiche piemontesi

Assegnate le residenze artistiche piemontesi

Sono state definite le progettualità che, in Piemonte, parteciperanno al nuovo programma triennale dedicato alle residenze artistiche e definito d’intesa tra il Ministero dei beni e delle Attività Culturali e del Turismo e le Regioni. (...)


09/07/2018

Edizione speciale dell’Art Fast Tour

Edizione speciale dell’Art Fast Tour

In Barriera di Milano prosegue il programma di visite Studi d’Artista. L’artista Alessandro Bulgini accompagnerà il pubblico nel quartiere, dando la possibilità a ognuno di diventare artista a sua volta. (...)


06/07/2018

Città svelata e le OGR

Città svelata e le OGR

Alle OGR – Officine Grandi Riparazioni, il prossimo 10 luglio 2018, gli architetti Maurizio Cilli e Maurizio Zucca, fondatori di “città svelata, ricerche e battaglie per la qualità dello spazio pubblico”, racconteranno con parole e immagini l’esperienza che condusse alla storica apertura al pubblico delle OGR, il giorno 25 maggio 1996. (...)


05/07/2018

Architettiamo la città

Architettiamo la città

Architettiamo la città è il nome del ciclo di incontri che l’Ordine promuove con le Circoscrizioni, in collaborazione con l’Urban Center Metropolitano e la Fondazione per l’architettura / Torino, con il patrocinio della Città di Torino. (...)