La casa studio di Carol Rama

21/03/2019

La casa studio di Carol Rama

Grazie alla Fondazione Sardi per l’Arte, entro la fine del 2019, la casa studio di Carol Rama diventerà una realtà espositiva, dedicata a una delle più grandi e geniali artiste del Novecento.

Nella prestigiosa sede di Palazzo Reale è stato presentato dalla Fondazione Sardi per l’Arte l’importante progetto alla presenza della presidente della Fondazione Sardi per l’Arte Pinuccia Sardi, dell’avvocato Michele Carpano, presidente dell’Archivio Carol Rama, alla presenza dell’assessore alla cultura della Regione Piemonte Antonella Parigi, dell’assessore Attività e Manifestazioni Culturali Città di Torino, Francesca Leon e della direttrice dei Musei del Polo Reale Enrica Pagella.

Dal 2014 ad oggi la Fondazione Sardi per l’Arte è cresciuta e si è affermata come autorevole realtà del settore, dando spazio alle idee degli artisti e degli operatori dell’arte in una dimensione intima, ma concreta. La Fondazione opera in favore della tutela, della promozione e della valorizzazione dell’arte moderna e contemporanea favorendo il recupero di documenti e archivi d’artista oltre alla produzione di opere d’arte e progetti curatoriali ed editoriali, in ambito nazionale e internazionale.

La Fondazione Sardi per l’Arte ha deciso di dedicare la parte più consistente della sua attività a sostegno dell’opera della pittrice Carol Rama. In primo luogo ha assecondato il desiderio dell’Archivio Carol Rama di produrre il catalogo ragionato dell’artista, la cui lavorazione ha sostenuto e continua a sostenere, e a cui il Comitato scientifico dell’Archivio sta lavorando assiduamente e in assoluta autonomia. In questa direzione è stato compiuto un altro passo, una sorta di premessa del suo attuale impegno: la realizzazione e la pubblicazione del volume Il magazzino dell’anima, realizzato quando ancora l’artista era in vita, che comprende una nutrita serie di immagini della casa studio e un testo storico critico e, infine, la decisione di sostenere il progetto Casa Museo dell’abitazione di via Napione 15, un’installazione permanente da promuovere e mantenere per raccontare la vita di Carol Rama.

L’acquisto dei beni si configurava come un atto disinteressato che poteva essere compiuto solo da un ente o da un privato che intendesse poi valorizzarli mettendoli a disposizione della comunità. Con queste premesse ed intenzioni nel 2018 è maturata l’idea dell’acquisto da parte della Fondazione Sardi per l’Arte e, contestualmente, la risoluzione di mettere quei beni a disposizione, in comodato, all’Archivio Carol Rama, loro naturale destinatario, affinché potessero essere conservati, valorizzati e fatti conoscere al meglio.


\ COMING SOON

26/04/2019 - 26/05/2019 – Festival
Saluzzo

START/storia e arte a Saluzzo

START/storia e arte a Saluzzo

A Saluzzo dal 26 aprile al 26 maggio 2019 torna START/storia e arte a Saluzzo, il festival dedicato all’arte in tutte le sue forme. (...)