Attività per famiglie alla Fondazione Sandretto

19/01/2018

Attività per famiglie alla Fondazione Sandretto

La Fondazione Sandretto Re Rebaudengo propone attività domenicali dedicate alle famiglie: laboratori per bambini aperti anche ai genitori.
Occasioni per vivere insieme gli spazi dell'arte contemporanea in modo attivo e giocoso ispirate ai percorsi espositivi presenti nel museo.

Si strutturano visite della mostra in corso e attività di laboratorio, appositamente progettate per favorire il dialogo tra adulto e bambino.
I laboratori si svolgeranno ogni terza domenica del mese e saranno ispirati alla mostra Come una falena alla fiamma.

Il 21 gennaio 2018 sarà la volta di Collage/Rêverie, in collaborazione con l'artista Alessandro Quaranta.

Le opere della mostra dimostrano la possibilità di giocare con le immagini prodotte dai media, creando ogni volta nuovi tipi di storie.
Come possiamo mescolare le sequenze di un film e cambiarlo?
Bambini e adulti, dopo una visita ad alcune opere esposte, saranno guidati dall'artista Alessandro Quaranta alla creazione di un piccolo libro su un viaggio immaginario.

Età consigliata: dai 4 ai 12 anni.
Orario: dalle 16:00 alle 18:00.
Costo: 5 euro per ogni bambino partecipante.
Prezzo speciale di 3 euro con Abbonamento Musei e Abbonamento Musei Junior.
Gratuito per genitori e accompagnatori, fino a un massimo di due persone.

Informazioni e prenotazioni.
Dal lunedì al venerdì, dalle 10:00 alle 18:00: +39 011 3797631, dip.educativo@fsrr.org.
Il sabato e la domenica, dalle 12:00 alle 19:00: +39 011 3797624, biglietteria@fsrr.org.

Orari d'apertura della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.
Giovedì 20 – 23; venerdì, sabato e domenica 12 – 19.


\ COMING SOON

21/09/2018 - 13/01/2019 – Mostra
CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia

CAMERA POP. La fotografia nella Pop Art di Warhol, Schifano & Co.

CAMERA POP. La fotografia nella Pop Art di Warhol, Schifano & Co.

La mostra CAMERA POP. La fotografia nella Pop Art di Warhol, Schifano & Co ripercorre la storia della trasformazione del documento, fotografico nello specifico, in opera d’arte, giunta al culmine negli anni ’60. (...)