Architettura: un bando per il Museo del Tartufo di Alba e Montà d’Alba

05/06/2018

Architettura: un bando per il Museo del Tartufo di Alba e Montà d’Alba

I concorrenti dovranno presentare entro il 26 giugno 2018 il progetto architettonico, narrativo e dell’allestimento e l’immagine coordinata per le due sedi del nuovo polo dedicato al tartufo bianco.

Bandito dal Comune di Alba e programmato dalla Fondazione per l’architettura di Torino, il concorso di progettazione in due fasi mira alla realizzazione del Museo del Tartufo.

Il nuovo polo avrà due sedi: ad Alba e a Montà d’Alba. Con questa iniziativa l’Ente banditore intende sostenere la documentazione e valorizzazione del patrimonio culturale materiale e immateriale che riguarda il Tartufo; la nuova realtà museale opererà in stretta cooperazione con la comunità, gli enti e le associazioni di riferimento per contribuire alla salvaguardia e alla trasmissione di tale patrimonio, allo sviluppo turistico e all’educazione in materia di gastronomia, di protezione degli ambienti naturali e di sviluppo sostenibile.

Tre gli obiettivi principali: fornire una maggiore e rigorosa informazione su questo prodotto; documentare, conservare e tutelare l’importante patrimonio culturale legato al tartufo, un universo materiale e immateriale che da secoli caratterizza il Piemonte meridionale; formare una rete coordinata e diffusa di punti di riferimento significativi al fine di incentivare l’appeal del territorio come meta turistica, sviluppare percorsi interni in grado di garantire una maggiore distribuzione e sostenibilità dei flussi e aumentare i tempi di permanenza.

Il museo di Alba sarà collocato in centro città all’interno del complesso della Maddalena. L’edificio che ospiterà il museo, già sede del museo archeologico e naturalistico.
Lo spazio dedicato al museo è costituito dai locali al primo piano dell’ex convento, per una superficie complessiva di circa 500 mq. Il museo di Montà d’Alba avrà sede in uno spazio interrato di circa 900 mq rivolto verso piazza Vittorio Veneto, ampio piazzale al centro di Montà collocato sull’asse stradale Alba Torino.

I concorrenti dovranno presentare entro il 26 giugno 2018 il progetto architettonico, narrativo e dell’allestimento e l’immagine coordinata per le due sedi del nuovo polo dedicato al tartufo bianco.
Tra le proposte pervenute ne saranno selezionate 5 che saranno approfondite nella seconda fase che si concluderà con la consegna degli elaborati entro il 16 ottobre 2018 e con la comunicazione del vincitore entro il 23 ottobre 2018.
Il vincitore della II fase otterrà un premio di 15mila euro e l’affidamento dei successivi livelli di progettazione e, entro 60 giorni dalla proclamazione, dovrà completare lo sviluppo degli elaborati concorsuali, raggiungendo il livello del progetto di fattibilità tecnica ed economica.

Tutte le informazioni necessarie per partecipare al concorso sono disponibili nel sito dei concorsi on-line dell'Ordine degli Architetti di Bologna.


\ COMING SOON

12/12/2018 - 13/01/2019 – Personale
Associazione Quasi Quadro

Sintonia Fragile

Sintonia Fragile

Associazione Quasi Quadro presenta Sintonia Fragile, prima mostra personale del torinese Gabriele Nicola. (...)


13/12/2018 - 13/12/2018 – Inaugurazione
Dock74

Murarte Collective

Murarte Collective

La varietà delle opere è la diretta conseguenza dei diversi percorsi degli artisti, chi arriva dal mondo dei tatuaggi come chi è cresciuto con i fumetti ma anche appassionati di tipografia ed astrattismo. (...)


13/12/2018 - 19/01/2019 – Collettiva
Fusion Art Gallery – Inaudita

Tartare

Tartare

La Fusion Art Gallery / Inaudita presenta Tartare. (...)


13/12/2018 - 02/02/2019 – Personale
Weber & Weber

A sense of order. A sense of disorder

A sense of order. A sense of disorder

Denis Kelly è sicuramente il pittore irlandese astratto che meglio incarna i valori dell’“astrattismo puro”, dove il mancato uso figurativo è da intendersi come forma di espressione artistica della propria esperienza di vita. (...)


14/12/2018 - 09/02/2019 – Collettiva
Galleria Moitre

Lacerto

Lacerto

«Nella lingua italiana per lacerto s’intende un frammento, una parte di qualcosa. È un termine desueto e consunto dal mancato utilizzo. Ma significa anche una parte di carne, inteso come muscolo. Ha dunque un significato fisico e astratto al contempo. Ideale per ciò che stavo cercando. (...)


15/12/2018 - 19/01/2019 – Collettiva
Artgallery37

Poetiche d’arte contemporanea

Poetiche d’arte contemporanea

Dopo il grande successo della mostra personale di Emanuele Tozzoli dal titolo Contemporary Archetypes, Artgallery37 di Torino in chiusura della stagione espositiva del 2018 propone Poetiche d’arte contemporanea. (...)